Home » Blog » Come impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento

Come impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento

Se avete un terrazzo con pavimento, sapete bene quanto possa essere a volte difficile mantenerlo sempre asciutto. L’acqua piovana e la condensa possono causare danni al piano sottostante, oltre ad intaccare l’estetica dello spazio intero.
[toc]

Allora come fare per impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento? I lavori che coinvolgono processi di impermeabilizzazione sono spesso onerosi in termini di costi e tempi, e non sempre si è disposti ad imbarcarsi in un intervento globale di rifacimento del terrazzo.

Proprio per questo, vi sveleremo qui alcuni piccoli trucchi su come impermeabilizzare il vostro terrazzo senza togliere il pavimento preesistente! 

Dopodiché non resterà altro da fare, se non godersi lo spazio ripristinato nel massimo comfort!

Come le infiltrazioni di acqua dal terrazzo compromettono l’edificio

Come le infiltrazioni di acqua dal terrazzo compromettono l'edificio

La presenza di infiltrazioni d’acqua dal terrazzo può comportare gravi conseguenze sull’integrità dei materiali dell’edificio.

L’acqua in eccesso, infatti, causa infiltrazioni attraverso le fessure nel muro, raggiungendo i materiali di finitura e danneggiandoli irreparabilmente. Inoltre l’acqua può penetrare nelle fessure delle piastrelle e nelle giunzioni fra le piastrelle, creando così muffe e causando la formazione di batteri. 

Tra l’altro una volta penetrata, l’acqua può sottrarre calore all’ambiente sottostante e, quindi, aumentare le temperature di riscaldamento in modo significativo, mentre a sua volta, l’umidità può causare la corrosione delle strutture interne delle pareti, comportando così un notevole deterioramento degli elementi costitutivi dell’edificio.

Ma non solo, perché l’acqua in eccesso potrebbe anche raggiungere gli impianti elettrici, compromettendone la funzionalità e creando situazioni molto pericolose.

Un terrazzo non impermeabilizzato può anche causare problemi alla stabilità statica dell’edificio a causa dell’accumulo di acqua piovana all’interno di spazi non idealmente protetti, soprattutto se si tratta di edifici antichi, o non eseguiti correttamente durante la fase costruttiva.

L’acqua raccolta potrebbe quindi diffondersi su muri portanti o strutture interne che potrebbero essere indebolite dal peso del liquido accumulato. Occorre quindi adottare soluzioni concrete, volte a prevenire o limitare al massimo le infiltrazioni d’acqua dal terrazzo al fine di evitare che l’edificio subisca gravi danni strutturali ed economici. 

Per questo motivo impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento è fondamentale per proteggere l’integrità del proprio edificio.

Cosa sapere prima di impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento

Cosa sapere prima di impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento

Prima di iniziare con un lavoro di impermeabilizzazione del terrazzo senza togliere il pavimento, è importante ricordare che tutti i materiali necessari per la realizzazione del sistema impermeabile devono essere di buona qualità, e che le tecniche di posa devono essere eseguite correttamente, e meglio se da una impresa specializzata in questo servizio.

Un lavoro fatto a regola d’arte deve rispettare alcuni requisiti e fasi.

La fase principale è il trattamento della pavimentazione del terrazzo: qui vanno applicate particolari membrane impermeabilizzanti, come ad esempio un bitume polimerico, che darà alla superficie una buona protezione dall’acqua.

Inoltre i giunti tra le piastrelle del pavimento devono essere sigillati con appositi stucchi per una ottimale impermeabilizzazione.

La seconda fase prevede la posa di un apposito sistema drenante costituito da film o lastre flessibili formate da polipropilene.

Questo sistema favorirà il deflusso dell’acqua piovana della struttura e contribuirà ad evitare l’accumulo di umidità nel pavimento del terrazzo.

Le ultime fasi poi interessano l’isolamento termico e acustico del terrazzo. Per questo scopo è possibile utilizzare un sottofondo isolante specifico per terrazze, realizzato in materiali come schiuma poliuretanica o in materiali porosi, quali gomma espansa o fibre minerali, materialli e prodotti assolutamente utili in ogni situazione per rifacimenti e ristrutturazioni in ogni stagione.

Tale isolante andrà posato sopra al sistema drenante prima della posa del rivestimento finale.

In tal modo, si ottengono buone prestazioni acustiche e termiche, oltre a proteggere tutta la superficie stessa.

La preparazione per un’eccellente impermeabilizzazione terrazzo

La preparazione è una fase essenziale nell’impermeabilizzazione della vostro terrazza, specie quando non si vuole togliere il pavimento. Se trascurate questa fase, potrete rischiare qualche problema o anche danni irreversibili.

Per preparare il terrazzo, è necessario rimuovere tutti gli oggetti dal terrazzo, comprese le sedie, i tavoli e le bottiglie e, successivamente, pulire con cura la superficie del terrazzo.

La superficie del pavimento del vostro terrazzo dovrà essere perfettamente pulita e liscia. Se riscontrate zone rovinate o zone con accumuli di sporco sulla pavimentazione, pulite con un detergente e, in caso, usate una spazzola a setole dure. 

Quando la superficie del pavimento sarà asciutta, assicuratevi che sia priva di polvere e senza crepe.

Dopodiché va preso in considerazione e utilizzato un adesivo liquido da applicare sulla superficie della terrazza in modo uniforme. L’adesivo deve essere lasciato asciugare per almeno 6 ore, prima di procedere con l’applicazione dell’impermeabilizzante.

Infine, è necessario riparare le crepe o le aree non uniformi, se presenti sul terrazzo.

Utilizzare una malta a presa rapida può essere utile per riempire le crepe ed evitare che possa diffondersi l’acqua nel piano sottostante. 

Una volta che il terrazzo è ben preparato ed i fori e le crepe sono stati riparati, il pavimento è pronto per un’adeguata impermeabilizzazione

L’applicazione della guaina o membrana bituminosa per impermeabilizzare un terrazzo

guaina o membrana bituminosa
.

L’applicazione della membrane bituminosa è una tecnica molto diffusa usata per impermeabilizzare il terrazzo.

Si tratta di un prodotto formato da vari strati di materiali sintetici che assicurano una protezione dall’acqua e dagli agenti atmosferici.

La prima cosa da fare è stendere con un rullo il sottofondo, ovvero uno strato di malta premiscelata a base di cemento e ceneri volanti (una mistura di sabbia e di materiale inorganico) che assicura la rigidità necessaria alla struttura e la tenuta meccanica.

Una volta stesa la malta, si procede a posare la membrane bituminosa per la pavimentazione dei terrazzi.

Di solito si tratta di un prodotto a fiamma libera, ovvero un foglio composto da vari strati impermeabilizzanti con tessuti in fibra di vetro o poliestere in grado di resistere alle alte temperature generate dall’asfalto bollente.

A questo punto, è possibile applicare vari sistemi di finitura come la membrana bituminosa autolivellante, che viene applicata sull’intera superficie del terrazzo usando un rullo o un pennello immergendolo nella malta bituminosa calda.

Questo metodo è anche più duraturo nel tempo e garantisce un perfetto isolamento all’acqua, agli agenti atmosferici e al calore.

Un altro sistema, meno utilizzato perché più laborioso ma più efficace a lungo termine, è l’impiego di liquidi ad alta resistenza al movimento temprato che creano un film uniforme sulla superficie del terrazzo.

Questa tecnica assicura un’eccellente protezione e può essere rinnovata o modificata con estrema facilità.

In entrambi i casi, infine, è importantissimo attendere il tempo necessario affinché la malta si indurisca prima di effettuare eventuali altri lavori sul terrazzo.

Il rivestimento impermeabilizzante in cemento per terrazzi

rivestimento impermeabilizzante in cemento per terrazzi

Il rivestimento impermeabilizzante in cemento è un’altra soluzione rapida ed efficace, per impermeabilizzare il terrazzo senza dover rimuovere il pavimento esistente.

Il vantaggio principale di questa soluzione è che il lavoro è minimo e l’impermeabilizzazione durerà a lungo. Solitamente, la tecnica prevede l’applicazione di una vernice a polimero trasparente su una superficie in cemento grezzo, come la base del terrazzo, o come sottofondo della texture.

Una volta asciugata, la vernice fornisce una sigillatura resistente all’acqua, mentre la texture del cemento migliora l’aspetto estetico.

Per garantire la massima impermeabilizzazione e durabilità, prima di applicare la vernice impermeabilizzante, è importante preparare accuratamente la superficie in cemento. Questo vuol dire verificare che il terrazzo sia pulito prima di procedere con la verniciatura.

Se necessario, rimuovere eventuali macchie o piccole crepe presenti sulla superficie in cemento con un detergente adeguato.

Seguire quindi con una levigatura superficiale della superficie per garantire che sia perfettamente liscia e priva di imperfezioni.

Infine, applicare un primer adeguato prima di procedere con il rivestimento in cemento.

La vernice può essere applicata sia a pennello che a rullo, a seconda della texture della superficie in cemento.

La quantità di verniciatura dipenderà dal tipo di prodotto utilizzato; alcuni prodotti richiedono più mani di vernice rispetto ad altri.

In ogni caso è sempre meglio attendere che i vari strati di vernice siano ben asciutti. 

Le lastre di copertura in alluminio o PVC rigido per impermeabilizzare i terrazzi

PVC rigido per impermeabilizzare i terrazzi

Le lastre di copertura in alluminio o PVC rigido sono un’adeguata soluzione quando si desidera impermeabilizzare il terrazzo senza togliere il pavimento esistente.

Queste lastre, alle quali possiamo aggiungere un isolante, vanno posate sulla superficie esistente e sigillate con adesivi speciali.

I due materiali, alluminio e PVC, offrono caratteristiche diverse e rispondono a esigenze particolari: l’alluminio ha la prerogativa di essere resistente al calore ed ignifugo, mentre il PVC è più adatto ove si desidera una copertura più leggera.

Le lastre di copertura in alluminio o PVC possono essere posate direttamente su lastre già presenti, senza aggiungere altro materiale come ad esempio teli bituminosi o guaine impermeabilizzanti

Queste lastre, infatti, presentano delle saldature interne che ne aumentano la tenuta, preservando così l’impermeabilizzazione nei confronti di umidità, pioggia e temperature estreme.

Per completare l’operazione di impermeabilizzazione si possono fare bordature sul perimetro della copertura e mettere dei raccordi per lo scarico delle acque piovane verso la gronda.

L’utilizzo di materiali come alluminio o PVC ha dei vantaggi anche al di là dell’impermeabilizzazione.

L’alluminio è infatti resistente alla corrosione ed ha un’eccellente durata, essendo leggero e facile da pulire, e in aggiunta inoltre offre buone proprietà termiche ed acustiche.

Il PVC risulta essere più economico e meno pesante poiché è composto da materiale sintetico, ed è in grado di proteggere ancor meglio dagli agenti atmosferici sia caldo sia freddo ed è facilmente trasportabile.

Entrambi i materiali forniscono proprietà antiscivolo, riducendo al minimo la possibilità di scivolate accidentali.

Affinché la resa di una impermeabilizzazione terrazzo sia però ottimale, la posa deve essere chiaramente effettuata da un professionista.

Pertanto se sei residente a Catania, contatta l’impresa edile RG2 a Catania per effettuare un sopralluogo gratuito, o anche solo per ricevere informazioni e richiedere un preventivo. Saremo felici di poter essere utili alle tue necessità di ristrutturazione casa a Catania e provincia.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

Approfondisci leggendo anche: