Home » Blog » Il ruolo delle energie rinnovabili a favore delle case passive

Il ruolo delle energie rinnovabili a favore delle case passive

Il ruolo delle energie rinnovabili a favore delle case passive

Lo abbiamo detto ormai in tutte le salse: la passivhaus è una casa passiva che diventa completamente autonoma dal punto di vista energetico, attraverso alcune strategie altamente efficienti che non impiegano l’elettricità, riscaldamento o condizionamento: ottimo isolamento termo acustico, corretta ventilazione e particolari materiali di recupero agricolo, dunque “green” sono in grado di trasformare una casa tradizionale, in una casa indipendente che impatta zero, conserva energia e non provoca inquinamento. 

La casa passiva, infatti, per funzionare con successo, può ottimizzare le cosiddette energie rinnovabili, come quella solare, eolica, idrica, e via di seguito: come? Proseguite con attenzione la lettura di questo articolo e scoprirete quali strategie eco green implementare per una casa che respira e che pensa all’ambiente.

1.Energia solare per la casa passiva

L’energia si definisce rinnovabile, quando si parla di fonti del tutto naturali che si rinnovano nel tempo, non si esauriscono e possono considerarsi a disposizione dell’uomo come inesauribili.
Si chiamano energie rigeneranti, sostenibili, in quanto la capacità di rigenerarsi risulta uguale o superiore a quella di utilizzo.
In pratica, funzionano in maniera inversamente proporzionale ai combustibili nucleari e fossili.
Le energie rinnovabili, come quella del sole, che è di sicuro quella di più facile fruizione, si rigenerano in maniera rapida e possono essere sfruttate e trasformate in energia elettrica subito disponibile per il funzionamento degli apparecchi quotidiani.
La fonte solare rinnovabile, quindi, sfrutta impianti fotovoltaici e solari che si possono installare nelle proprie case, che sono totalmente compatibili con gli incentivi statali volti a un’efficace riqualificazione energetica. Perché, quindi, non installare un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione per renderla ancora più sostenibile e farla magari diventare una casa solare passiva?
Gli impianti fotovoltaici sfruttano i pannelli di silicio per trasformare le radiazioni del sole in energia elettrica subito disponibile e utilizzabile: in genere si trovano sui tetti delle case, sia delle villette singole, sia dei condomini, ma oggi sono molto diffusi anche sulle terrazze degli edifici più alti delle nostre città, e sui tetti terrazzati dei palazzi urbani.
Il vantaggio più grande degli impianti fotovoltaici è che abbattono di netto i costi della bolletta, e garantiscono un buon vantaggio economico, in linea con gli sgravi fiscali e con le agevolazioni statali indetti per progetti di riqualificazione energetica.
Gli impianti solari, invece, sono collegati direttamente a un serbatoio di accumulo in grado di riscaldare l’acqua sanitaria domestica, alternandosi o sostituendosi quindi alla caldaia a gas/metano o allo scaldabagno dei bagni meno moderni.
Esiste poi il solare a concentrazione, che sfrutta un innovativo e tecnologico sistema a specchi, impostato per convogliare e far fluire il calore in apposite caldaie che a loro volta avviano un impianto termoelettrico: questa è una soluzione diffusa soprattutto nelle aziende, nelle piccole, medie e grandi imprese che decidono di abbracciare un atteggiamento sostenibile.
O ancora, entriamo nel vivo del discorso con la soluzione del solare passivo, che sfrutta particolari materiali che lasciano passare il calore dalle pareti, riscaldando in maniera naturale e autonoma i locali domestici. Tramite la costruzione di particolari edifici, è possibile aumentare il flusso di radiazioni solari assorbite.

2. Energia eolica applicata agli edifici passivi

Come si può facilmente intuire, una casa passiva si può rendere ancora più autonoma e sostenibile installando un sistema di pale che, sfruttando l’energia cinetica del vento, produce energia meccanica che a sua volta sarà trasformata in energia elettrica, per azionare i nostri apparecchi elettronici più comuni e svariati.
I venti sono prodotti da fenomeni naturali, come la rotazione terrestre, i cambiamenti di pressione atmosferica, le maree: l’energia eolica, che si serve di turbine e pale come gli antichi mulini a vento olandesi, si può tranquillamente considerare una naturale derivata di quella solare.

Ovviamente, per sfruttare al massimo il potenziale, un edificio passivo, come anche un appartamento passivo, che sfrutta l’energia del vento dovrà essere costruito in luoghi di natura ventosa, ampi, aperti, come i paesaggi che si trovano in prossimità del mare e dell’Oceano!

3. Energia geotermica per le abitazioni passive

Anche in questo caso si tratta di una fonte naturale rinnovabile, che non si esaurisce e che garantisce una rapida rigenerazione: l’energia geotermica sfrutta il calore della Terra, causato dal fisiologico processo di decadimento che coinvolge il nucleo, il mantello e la crosta terrestre. Qui sono presenti degli elementi radioattivi, come l’uranio e il potassio, che generano calore, il consumo del quale sarà incentivato nelle centrali geotermiche per la produzione di energia elettrica.

Come si può evincere, l’energia geotermica può essere ottimizzata solo tramite alte temperature: dal sottosuolo proviene calore sotto forma di vapore, che stimola una turbina che a temperatura a sua volta produce energia meccanica, proprio come avviene nell’energia eolica. Questa subisce un processo di trasformazione che la tramuta in energia elettrica, attraverso un alternatore.

Energia idroelettrica a basso impatto e grande efficienza

Esistono altre fonti rinnovabili come l’energia idroelettrica che sfrutta i moti del mare, ma anche di corsi d’acqua come cascate, ruscelli, fiumi, ondate, maree. 

In origine il movimento dell’acqua era impiegato per far funzionare i mulini, ma oggi viene sfruttato per produrre energia cinetica che viene trasformata in elettrica. 

Un sistema di questo tipo può essere utilizzato in montagna, in prossimità dei corsi d’acqua fluente: per ottimizzare il tutto è possibile costruire delle dighe, che hanno lo scopo di canalizzare queste risorse idriche in bacini speciali di accumulazione. 

Energia oceanica per la sostenibilità delle case passive

Una fonte rinnovabile simile a quella idroelettrica è l’energia oceanica, che però sfrutta unicamente i moti delle onde e delle maree nell’Oceano: funziona esattamente come quella eolica, poiché è recuperata da uno degli innovativi sistemi a pale e turbine che convogliano le correnti naturali e le trasformano in energia meccanica, quindi elettrica. Le correnti oceaniche sono in grado di fornire anche energia geotermica, sfruttando il naturale riscaldamento terrestre dei fondali marini e l’irraggiamento solare.

Energie per il riscaldamento delle case passive house

Infine, la fonte energetica derivante da biomasse che, derivando dai rifiuti organici e dagli scarti industriali, spesso di origine vegetale, prodotti dall’uomo, non può definirsi del tutto inesauribile!
In questo caso, le biomasse vengono sfruttate principalmente dalle aziende manifatturiere e dalle ditte di trasporto che utilizzano i carburanti verdi per i loro mezzi, camion, cisterne, autocarri… e per quanto riguarda una abitazione passiva

Si potrebbe pensare a una factory, a un sistema collaborativo e corale in cui vivere e lavorare insieme in clima di perfetta sintonia e sinergia tra uomo, ambiente e animali, utilizzando l’energia da biomasse per gli spostamenti e le faccende quotidiane. Un sogno del tutto sostenibile, dal cuore green, che potrebbe diventare realtà molto presto, soprattutto nell’ecosistema delle case passive.

Se desideri anche tu sperimentare gli elevati benefici di una casa passiva e della edilizia passiva, rispetto ad una edilizia tradizionale e toccare con mano il risparmio energetico (e quindi anche quello economico) che ne deriva, ma soprattutto se stai valutando una architettura passiva e di ristrutturare casa a Catania o in provincia, contatta RG2 Costruzioni oggi stesso per maggiori informazioni sulla tua nuova casa passiva, o richiedi subito un preventivo per ristrutturazione gratuito: saremo felici di seguirti passo passo e di realizzare la casa che desideri a misura delle tue aspettative e necessità! 

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

Approfondisci leggendo anche: