Home » Blog » Come impermeabilizzare le fughe delle piastrelle doccia

Come impermeabilizzare le fughe delle piastrelle doccia

Prendersi cura della tua casa significa anche mantenere in buone condizioni elementi come le piastrelle della doccia. Spesso, con il passare del tempo, si provocano infiltrazioni e fuoriuscite di acqua dalle fughe che possono avere un impatto negativo sull’ambiente circostante.

[toc]

Per questo motivo è importante sapere come impermeabilizzare le fughe delle piastrelle nella doccia per evitare ulteriori problemi.

Esploreremo in questo articolo tutte le informazioni necessarie e le fasi importanti affinché l’impermeabilizzazione sia duratura nel tempo. 

Perché le fughe delle piastrelle della doccia perdono

Perché le fughe delle piastrelle della doccia perdono

Le fughe delle piastrelle della doccia, quando non perfettamente impermeabilizzate, possono rappresentare un problema anche parecchio serio per le conseguenze. 

Tra le cause principali c’è (di solito) l’utilizzo di malta e sigillatura di scarsa qualità, non perfettamente aderenti alle superfici delle piastrelle e tra i loro spazi, causando le infiltrazioni di acqua

Inoltre, l’espansione e la contrazione termica delle piastrelle causata dall’utilizzo dell’acqua calda può compromettere l’integrità della malta e del sigillante, causando la formazione di fughe scoperte. 

Anche la mancanza di una buona preparazione della superficie delle piastrelle, o l’utilizzo di prodotti non compatibili con la malta o il sigillante, possono contribuire alla formazione di fughe esposte alle infiltrazioni. 

A questo si aggiunge, chiaramente, anche l’usura normale nel tempo e l’esposizione a detergenti, calcare e prodotti chimici, che possono indebolire i materiali e causare la formazione di fughe aperte alla raccolta di acqua e condensa.

Per prevenire questo problema, è importante utilizzare materiali di qualità, seguire le istruzioni per la preparazione delle superfici e scegliere prodotti compatibili con la malta e il sigillante. 

Se invece questo problema viene lasciato senza trattamento, è facilissimo che si provochi la formazione di muffe, la presenza di cattivi odori e la creazione di crepe e danni strutturali

Anche se molte persone pensano che le fughe della doccia non siano poi così importanti, in realtà il loro ripristino è fondamentale per prevenire danni potenzialmente costosi e per mantenere l’integrità della stanza da bagno nel tempo. 

Perché è importante impermeabilizzare le fughe della doccia

Perché è importante impermeabilizzare le fughe della doccia

Quando le piastrelle vengono posate, lasciano delle fughe tra loro che, a lungo andare, possono riempirsi di detriti responsabili di una superficie non liscia e esposta al passaggio di umidità e al formarsi di muffe, o con tendenza a presentare aloni e antiestetiche crepe, che possono deturpare l’aspetto del bagno.

Pertanto, impermeabilizzare le fughe della doccia è fondamentale sia per salvaguardare la salubrità di un ambiente, sia la struttura della doccia stessa e sia quella della casa.

Per prevenire questo problema, o risolverlo se presente, è importante pulire adeguatamente gli interstizi tra le mattonelle, preparando la base e eliminando eventuali residui di vecchi sigillanti; quindi procedere applicando appositi materiali impermeabilizzanti, che forniscono una barriera di protezione contro l’umidità, in modo da garantire le migliori condizioni di sicurezza per i muri e le pavimentazioni. 

Infine, una impermeabilizzazione prolungata dei giunti consentirà di preservare la superficie delle piastrelle doccia dall’usura del tempo. Fascette adesive, sigillanti e nastri sigillanti sono tutti componenti da utilizzare quando si impermeabilizzano al meglio le fughe, consentendo così di preservare impermeabili le piastrelle della doccia a lungo.

Capire la causa della perdita delle piastrelle doccia prima di impermeabilizzare le fughe

La prima cosa da fare prima di impermeabilizzare le fughe della tua doccia è capire la causa della perdita di acqua che intacca le piastrelle.

Sono diversi i motivi e capirlo prima di procedere con l’impermeabilizzazione è fondamentale.

Una delle cause principali è la presenza di un danno allo strato non poroso utilizzato tra le piastrelle e il supporto murale.

La presenza di un danno allo strato renderà più difficile il rivestimento delle fughe con una sigillatura efficace, a meno che non si provveda a riparare il danno, prima di applicare il sigillante.

Un altro motivo risiede nell’usura stessa delle piastrelle che, con l’andare del tempo, possono risentire e iniziare a scricchiolare e a disallinearsi dai loro contorni, causando perdite, quando si tenta di sigillare le fessure.

Se questo è il caso, la soluzione migliore sarà quella di sostituire completamente le vecchie piastrelle con delle nuove.

Se invece le piastrelle non sono danneggiate, è possibile eseguire l’applicazione di collante al silicone aggiuntivo nelle piastrelle già installate. Il silicone dovrebbe anche essere usato per ricoprire lo strato non poroso tra la superficie della doccia e le piastrelle, poiché Il silicone può aiutare a prevenire la formazione di muffe o batteri tra le piastrelle, oltre a riempire eventuali fessure o imperfezioni tra le fughe. 

Come preparare le fughe della doccia per l’impermeabilizzazione

Come preparare le fughe della doccia per l'impermeabilizzazione

La preparazione delle fughe per l’impermeabilizzazione delle piastrelle della doccia è una fase importante di qualsiasi progetto di rinnovamento o ristrutturazione della doccia.

Prima di iniziare qualsiasi progetto, è bene essere sicuri di avere a disposizione tutti gli strumenti e i materiali necessari, tra cui stracci e spazzole, guanti, utensili da taglio, adesivo per piastrelle, primer per impermeabilizzare e stucco.

È inoltre consigliabile verificare sempre la presenza di eventuali danni alle fughe prima di intraprendere lavori per impermeabilizzare, diversamente si rischia di fare un lavoro non perfetto né tanto meno duraturo.

La prima cosa da fare è quindi pulire accuratamente le fughe con uno straccio umido, eliminando eventuali residui di gesso, polvere o detriti. Lasciate asciugare completamente prima di procedere con la fase successiva.

Quindi, una volta che le fughe sono state accuratamente pulite e asciugate, si può procedere con l’applicazione di un primer impermeabilizzante, applicabile con un pennello, così da prestare massima attenzione nel coprire tutta la superficie delle fughe.

Se necessario è comodo usare anche una spazzola, per raggiungere i punti più difficili. Il primer va lasciato asciugare per bene secondo le indicazioni riportate sulla confezione prima di proseguire con l’applicazione dello stucco.

Una volta che il primer ha riempito per bene le fughe e risulta perfettamente asciugato, è possibile iniziare ad applicare lo stucco impermeabilizzante sulle superfici delle piastrelle con un pennello o un rullo.

Prima di farlo, tuttavia, è necessario porre molta cura nel mescolare per bene lo stucco prima dell’uso, così da rendere uniforme la consistenza del prodotto.

Eseguendo un movimento circolare regolare, applicare lo stucco senza premere troppo forte sulle fughe fino a lasciarne solo un sottile strato. Lasciate asciugare completamente lo stucco e successivamente rimuovere eventuali eccessi con una spazzola umida.

Infine, se desiderate maggiore protezione contro l’umidità o le macchie, controllate se il prodotto utilizzato supporta anche l’applicazione di un sigillante per fughe extra resistente all’acqua. Se necessario questo può essere applicato sopra lo stucco impermeabilizzante per la massima protezione contro macchie e umidità. 

Riempire le fughe: la selezione del giusto sigillante

Riempire le fughe: la selezione del giusto sigillante

Quando si svolgono lavori di manutenzione e ristrutturazione bagno, uno dei passaggi fondamentali è rappresentato dalla impermeabilizzazione delle fughe della doccia.

Per l’ottima riuscita della resa finale molto dipende dalla scelta di un buon sigillante, così da scongiurare infiltrazioni d’acqua e altri problemi.

Il prodotto deve avere le giuste proprietà meccaniche, che lo rendano adatto all’applicazione specifica.

Esistono diverse tipologie di sigillanti in commercio, tra cui silicone, acrilico, mastice poliuretanico, vulcanizzazioni al lattice.

I sigillanti in silicone sono i più comuni, soprattutto per la loro flessibilità, resistenza all’acqua e durabilità a lungo termine. Si tratta di un materiale che non viene intaccato dagli agenti esterni come la muffa o l’umidità, e risulta leggero e abbastanza semplice da applicare.

Tuttavia non è molto forte e non resiste alla deformazione indotta da pressioni elevate.

Un altro sigillante comunemente utilizzato è l’acrilico. Si tratta di un materiale all’acqua con caratteristiche di resistenza all’invecchiamento eccellenti. Non richiede l’inserimento di una guarnizione o altro materiale strutturale per tenerlo in posizione e può essere rinnovato facilmente nel corso degli anni.

A differenza del silicone, tuttavia, l’acrilico non offre una buona flessibilità e può essere soggetto a fessurazioni o distorsioni nel caso di pressione troppo elevata.

Il mastice poliuretanico è un’altra opzione molto comune per riempire le fughe tra le piastrelle della doccia. Si tratta di un materiale ad alte prestazioni che può resistere all’umidità e alle temperature estreme senza sbriciolarsi o crepare. Risulta anche molto forte ed elastico, offrendo una flessibilità superiore rispetto al silicone e all’acrilico.

mastice poliuretanico

Tuttavia questo sigillante deve essere applicato sempre da un professionista esperto, poiché richiede lavorazioni più complesse come la sabbiatura e la stratificazione.

Un altro modo per sigillare le piastrelle della doccia, se non si utilizza un sigillante, è quello di utilizzare del nastro adesivo impermeabile. Questa è un’ottima opzione quando si hanno fughe di dimensioni ridotte o quando si desidera prevenire l’infiltrazione di acqua all’interno delle fessure.

Per l’applicazione il nastro adesivo può essere posizionato direttamente sulle fughe e poi fissato saldamente con un adesivo speciale.

Se non si dispone di quest’ultimo, si possono utilizzare delle viti autofilettanti, che offrono una buona resistenza all’acqua.

Se poi si desidera applicare un rivestimento protettivo alle piastrelle, si consiglia l’utilizzo di un prodotto impermeabilizzante che fornirà ulteriore protezione e manterrà le fughe sigillate a lungo termine.

Questi rivestimenti sono disponibili in diversi formati e colori, offrendo così la massima personalizzazione. Dopo aver applicato il prodotto protettivo, è necessario attendere che si asciughi completamente prima di usare nuovamente la doccia.

Impermeabilizzare le fughe della doccia per prevenire perdite d’acqua

Impermeabilizzare le fughe della doccia per prevenire perdite d'acqua
Final finishing work with laying of ceramic tiles. Close-up of hands rubbing interlayer tabs with putty, bucket of putty for tile joints. Two-component, decorative, acid resistant epoxy grout.

La corretta resa impermeabile delle fughe è un passo essenziale, per garantire che la doccia sia ben sigillata e priva di perdite d’acqua.

Un lavoro accurato di impermeabilizzazione può garantire che non si sviluppino problemi di perdite d’acqua, permettendo così la funzionalità della doccia, ma anche la possibilità di escludere le infiltrazioni, la formazione di muffa e batteri, contribuendo a tenere l’ambiente salubre e pulito.

Prima di procedere a qualsiasi lavoro per rendere impermeabile le piastrelle è necessario stabilire esattamente i materiali che vanno usati, gli adesivi e i sigillanti appropriati, adatti in base all’ambiente in cui saranno applicati. È necessario conoscere bene l’ambiente, in modo da sapere quale materiale risulta più indicato secondo le proprietà meccaniche di resa desiderata e quali gli strumenti da utilizzare. 

Va eseguita chiaramente una pulizia preliminare e stabilita una modalità di applicazione dei prodotti, utili a coprire tutta la zona da impermeabilizzare senza lasciare zone vuote. 

Tutti i lavori di impermeabilizzazione, anche quelli che apparentemente appaiono come più semplici, necessitano in realtà di buone conoscenze tecniche oltre a precisa e professionale manualità.

Proprio per questo, e al fine di realizzare un lavoro duraturo e fatto a regola d’arte, vi consigliamo sempre di rivolgervi alla nostra impresa edile a Catania.

Pertanto se sei residente a Catania, contattaci per effettuare un sopralluogo gratuito, o anche solo per ricevere informazioni e richiedere un preventivo. Saremo felici di poter essere utili alle tue necessità.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

Approfondisci leggendo anche: