Home » Blog » Quali sono i vantaggi dell’impermeabilizzazione?

Quali sono i vantaggi dell’impermeabilizzazione?

Tabella dei Contenuti

Chi non ha mai giocato sotto la pioggia da bambini? Indubbiamente un’esperienza magica… un po’ meno da adulti, se la pioggia è quella di una perdita dal soffitto.
Non bisognerebbe arrivare a questo, chiaramente, ma fare delle manutenzioni costanti, proprio perché è vero quel detto che saggiamente consiglia come sia meglio “prevenire piuttosto che curare”, ma spesso i nostri ritmi frenetici di vita ci fanno perdere di vista le cose importanti e ci ritroviamo a correre poi ai ripari. Per fortuna, però, le soluzioni si rivelano spesso poi utili e durature, come nel caso della impermeabilizzazione del tetto che non serve solo a mantenerci ”asciutti” dentro casa durante i temporali, ma offre moltissimi vantaggi che vanno ben oltre: dai risparmi consistenti sui costi energetici fino alla prevenzione dei danni strutturali causati dall’umidità. 

Che cos’è l’impermeabilizzazione?

Sicuramente avrete sentito parlare, anche per esperienza indiretta, di “impermeabilizzare un tetto”: questa attività, da un punto di vista tecnico, è un processo che serve a impedire all’acqua o all’umidità di infiltrarsi attraverso il tetto, penetrando negli strati degli elementi strutturali di un edificio, fino possibilmente a raggiungere anche l’interno dell’abitazione, e causando quindi problemi sia strutturali all’immobile e sia di rischio di salute agli inquilini della abitazione.
Questo processo di impermeabilizzazione, noto anche con il termine di rifacimento tetto, viene realizzato generalmente da una impresa edile specializzata e competente, selezionando i materiali più adeguati tra quelli utili allo specifico scopo e attraverso tecniche di posa in opera specifiche. Non tutte le ristrutturazioni sono infatti uguali, ma ogni progetto deve tenere conto delle caratteristiche specifiche del tetto, della soluzione e delle tecniche richieste, nonché delle necessità individuali del lavoro richiesto, così da poter eseguire un lavoro dalla resa perfetta e poter creare una barriera impenetrabile all’acqua, per proteggere la struttura, consentendo una durata nel tempo e un miglior comfort abitativo.

Perché fare una impermeabilizzazione della tua proprietà?

Quando un edificio non è perfettamente impermeabilizzato, acqua e umidità sono responsabili delle infiltrazioni, in maggior modo in quanto queste riescono lentamente, ma con costanza, ha penetrare attraverso il tetto, le fondamenta o i muri, utilizzando possibili faglie e crepe del muro o elementi marci, come legno vecchio.
In questa maniera questi imputati possono causare danni significativi alle coperture e alle strutture portanti, dalla corrosione degli elementi e la formazione di ulteriori crepe fino alla formazione di muffa. Quest’ultima, per altro, lasciata agire indisturbata, può portare nel tempo a deturpare intere facciate, distruggere mura o invadere ambienti, intaccando mobili, carta da parati, tappeti, tende, vestiti e costringendo successivamente a tempestivi e costosi interventi di riparazione e di impermeabilizzazioni nel tempo. La muffa però, oltre a distruggere le strutture portanti di una casa, rendendola non sicura o l’estetica di una facciata o di un ambiente, è pericolosa anche per la salute umana, e risulta un nemico da evitare per l’apparato respiratorio delle persone: se le sue spore volatili sono inalate (cosa abbastanza facile e probabile) causa non solo malesseri passeggeri, ma alla lunga anche gravi patologie a carico dell’organismo, quali asma e allergie sono infatti tra le patologie più diffuse, ma l’elenco dei disturbi di salute legati a questi miceti è davvero lungo.
Ed è allora proprio la corretta impermeabilizzazione di una casa, allora, a garantire in primo luogo un vantaggio di protezione importante contro la muffa, scongiurando l’insorgenza di problemi seri come quelli fino a qui esposti.

Un altro vantaggio delle buone impermeabilizzazioni sta nel fatto che questa attività aumenta la durata delle strutture, in quanto offre una barriera protettiva contro l’acqua e l’umidità, prevenendo così danni futuri alla struttura. E se un immobile soffre meno il trascorrere del tempo e resiste agli urti climatici esterni, senza risentirne eccessivamente, questo si traduce in una riduzione dei costi di ristagni e manutenzione a lungo termine, perché sono meno frequenti i danni derivanti dall’umidità o dall’infiltrazione dell’acqua. Pertanto ci saranno meno riparazioni da effettuare e meno sostituzioni di sistemi danneggiati. Ma anche le attività di manutenzione saranno molto, ma molto più dilazionate nel tempo! Un bel vantaggio per il proprietario di casa.
Ma l’impermeabilizzazione, oltre a portare benefici strutturali all’edificio e a rendere salubre l’ambiente interno, apporta anche un considerevole miglioramento dell’efficienza energetica, altro prezioso vantaggio.
Un edificio impermeabilizzato adeguatamente, e di conseguenza anche ben isolato termicamente, tende infatti a evitare dispersioni termiche, scongiurando l’uso eccessivo di raffreddamento o riscaldamento. L’umidità, infatti, può influenzare negativamente la percezione termica interna di una casa, rendendo l’edificio più freddo d’inverno e più caldo d’estate ma, se un edificio è correttamente isolato, si riduce la quantità di calore che entra o esce e questo farà sì che l’ambiente possa risultare risulterà più “asciutto” e pertanto più facile da riscaldare e raffreddare, con conseguente riduzione dei costi energetici.
Inoltre, una maggiore efficienza energetica contribuisce a ridurre le emissioni di gas serra e l’impatto ambientale complessivo dell’edificio.
Un isolamento termico derivato da una valida attività di rifacimento e corretta posa in opera può inoltre contribuire anche a migliorare l’acustica all’interno della casa, creando così un ambiente più insonorizzato, pertanto più tranquillo e silenzioso.
Una casa ben isolata e impermeabilizzata con eccellenti coperture darà anche un ulteriore vantaggio, quello di far beneficiare gli abitanti di maggior comfort abitativo in ogni stagione.
Non meno importante è il vantaggio sul valore della proprietà: una casa adeguatamente impermeabilizzata avrà un valore maggiore rispetto a una che non lo è e questo potrà incidere positivamente anche nel caso si debba decidere di vendere o affittare l’immobile.

Quali sono le zone critiche della impermeabilizzazione?

Quando si svolgono dei lavori per ristrutturare un immobile, bisogna fare una considerazione, ossia che esistono alcuni sistemi e alcune zone critiche che richiedono un’attenzione maggiore e particolare. Queste sono: i tetti, i muri esterni, le fondamenta, balconi e terrazze, garage e scantinati, bagni e cucina.

I tetti e i muri esterni, ma anche balconi e terrazzi, sono i luoghi sicuramente più esposti a tutti gli agenti atmosferici che li rendono particolarmente vulnerabili alle infiltrazioni d’acqua. Queste condizioni possono di fatto facilitare l’ingresso di umidità all’interno delle strutture, causando danni come la formazione di crepe e l’erosione del materiale di costruzione.

Le basi e le fondazioni, poggiando direttamente sul terreno, possono essere superfici esposte all’umidità proveniente dal suolo, aprendo la porta alle infiltrazioni di risalita. Situazione che riguarda in parte anche garage e sotterranei vulnerabili all’umidità del terreno circostante e alla loro posizione che impedisce spesse volte un ricambio di aria efficace e sufficiente a rendere asciutto l’ambiente, provocando la formazione dello strato di muffa e la corrosione dei materiali e delle coperture presenti.
Anche la zona per l’interno della casa merita però attenzione, soprattutto per gli ambienti tipicamente “umidi”, quali bagno e cucina, dove c’è spesso uso di acqua e presenza di calore e temperature elevate, ambiente preferito per le muffe, preambolo di possibile e conseguente danneggiamento di pareti, pavimenti e strutture circostanti.

Quali sono i materiali, le coperture e i sistemi più utilizzati per una impermeabilizzazione?

A livello tecnico l’impermeabilizzazione è realizzata attraverso l’applicazione di materiali specifici resistenti all’acqua e attraverso tecniche di posa che garantiscono la migliore resa, bloccando l’acqua e l’umidità e impedendo loro di penetrare nelle strutture.

La scelta del materiale dipenderà da vari fattori, tra cui il tipo di struttura, le condizioni atmosferiche, il budget disponibile e le esigenze specifiche alla tipologia del progetto.

Tra questi materiali e coperture i più comuni ci sono i mastici bituminosi, composti a base di bitume modificato con polimeri elastomeri o plastomeri, che garantiscono un grado di ottima aderenza alla maggior parte delle superfici di tetti, piastrelle fondazioni e pavimentazioni esterne. Altrettanto note sono le membrane impermeabilizzanti composte da materiale quale bitume o polimero sintetico, applicate su superfici quali tetti piani, terrazze, balconi e fondamenta. Altri materiali abbastanza comuni sono le pitture e le vernici impermeabilizzanti a base di resine acriliche o silicone particolarmente utili per le superfici verticali, come le pareti esterne degli edifici. Molto utilizzate anche le guaine liquide composte da resine che, una volta asciutte, creano un rivestimento elastico e impermeabile, così come il cemento impermeabilizzante utilizzato per l’impermeabilizzazione di basamenti, piscine e strutture in calcestruzzo; e le schiume poliuretaniche utilissime per l’impermeabilizzazione di fessure e giunture, perché una volta applicate si espandono e induriscono, sigillando le crepe o le zone critiche.

L’importanza di una impresa specializzata in sistemi di impermeabilizzazione

L’impermeabilizzazione è un processo fondamentale che richiede conoscenza, competenza e attenzione ai dettagli. Questo pone una rigorosa riflessione: il metodo fai da te non serve! Meglio affidarsi a chi di anni di competenza ne ha parecchi, oltre a tanta dimostrabile esperienza sul campo e conoscenza di applicazioni di materiale e tecniche.

Se serve una ristrutturazione chiavi in mano a Catania o provincia, RG2 Costruzioni saprà essere per te il partner ideale nella ristrutturazione della tua casa e saprà seguirti in ogni fase della ristrutturazione, dalla progettazione alla realizzazione, elargendo tutti i migliori consigli per avere un eccellente risultato. Non esitare a contattare RG2 Costruzioni per avere maggiori informazioni o per richiedere un preventivo gratuito.

Ogni progetto di costruzione o ristrutturazione include una solida strategia di impermeabilizzazione, volta a proteggere la copertura della tua casa da possibili danni causati dall’umidità e dalle infiltrazioni d’acqua: questo passaggio non lo sottovalutare mai.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

Approfondisci leggendo anche: