Home » Blog » Tetto con tegole come renderlo impermeabile

Tetto con tegole come renderlo impermeabile

tetto con tegole come renderlo impermeabile

Quando un tetto con le tegole non è perfettamente impermeabilizzato può succedere, specialmente nella stagione più umida e fredda, che pioggia battente, vento, grandine e neve possano corrodere profondamente la struttura sottostante della copertura, fino a far penetrare acqua e umidità sul soffitto dell’abitazione.

La mancata impermeabilizzazione è causa della dispersione della temperatura di una abitazione. Pertanto, se hai un tetto con tegole come renderlo impermeabile diventa allora una priorità, così da scongiurare un disagio termo-igrometrico agli abitanti di un immobile.

Quando si deve rendere impermeabile una copertura, non è sempre necessario un rifacimento intero del tetto. Di volta in volta, quindi, va valutata la possibilità di effettuare anche un intervento microinvasivo, come quello di rendere impermeabili le tegole di un tetto attraverso l’uso di materiali, guaine e membrane, senza dover ritoccare nessuna parte del tetto stesso e soprattutto senza togliere le tegole, ma semplicemente operando per renderle protette dalle infiltrazioni e farlo in maniera rapida nel tempo.

[ez-toc]

Perché è importante impermeabilizzare le tegole

Le tegole sono la primissima barriera protettiva, un rivestimento contro le intemperie. Pioggia, sole, vento, neve e grandine, con la loro azione corrosiva, però tendono a rovinare le tegole e incidono sulla loro durata.

Tra l’altro l’umidità che si deposita sulle tegole diventa l’ambiente ideale per muffe e mucillagini.

Tutto questo non incide negativamente sull’estetica della copertura, ma anche sulla funzionalità e la performance delle tegole.

tetto con tegole

Impermeabilizzazione del tetto con guaine e membrane sigillanti

Proprio per questo è fondamentale manutenzionare lo stato di funzionalità delle tegole di un tetto e effettuare dei lavori di impermeabilizzazione, così da offrire una protezione contro eventi climatici e sbalzi termici, e quindi garantire anche un miglior isolamento interno della abitazione.

In questo caso un trattamento specifico a base di membrane e guaine idrorepellenti, impregnanti e impermeabilizzanti sarà la prima soluzione, per far sì che le tegole del tetto vengano “sigillate” accuratamente, evitando interstizi e che l’acqua piovana scivoli lungo le tegole del tetto, senza permettere depositi o infiltrazioni negli strati inferiori del tetto.

La manutenzione prima dell’impermeabilizzazione

Per migliorare le performance e la funzionalità di un intervento di impermeabilizzazione del tetto, è importante effettuare preventivamente una buona manutenzione della superficie delle tegole, così da rispettare anche le caratteristiche strutturali delle tegole stesse.

tetto tegole guaine

Tegole in terracotta e tegole in cemento

Esistono fondamentalmente due diversi tipi di tegole: in terracotta, laterizi e tegole in cemento, calcestruzzo. Le prime sono tegole realizzate in argilla, successivamente cotta. Esteticamente molto belle e realizzate dall’argilla depositata nei fiumi. e proprio per questo sono anche più pregiate e costose.

Le tegole in cemento, invece, sono di manifattura moderna e piuttosto economiche.

Rispetto alle tegole in argilla, quelle in cemento sono di dimensioni maggiori e consentono una copertura del tetto quindi anche più veloce.

Sia le tegole in terracotta e sia le tegole in calcestruzzo vanno trattate con idrorepellenti, per preservare la loro struttura e funzionalità. La vita media delle tegole è infatti di circa trent’anni, ma l’utilizzo di materiali impermeabilizzanti e protettivi per la loro manutenzione ne migliora la longevità, preservando da futuri e costosi interventi.

La manutenzione delle tegole in argilla e calcestruzzo

Una buona prassi di manutenzione, da eseguire prima di passare qualsiasi materiale impermeabilizzante è quella di pulire la superficie delle tegole, così da evitare i depositi di fogliame, muffe, alghe e muschio.

Questa operazione di pulitura sarà basilare, perché non solo renderà esteticamente bello il tette con tegole, ma anche sicuro e al riparo dall’azione corrosiva delle mucillagini e dalla temibile muffa.

Solo dopo aver effettuato la pulizia delle tegole, si potrà passare alla loro impermeabilizzazione.

È sempre preferibile, quando si eseguono questi interventi, scegliere un periodo dell’anno lontano dalle condizioni climatiche avverse, perché qualsiasi materiale isolante ed impermeabilizzante ha bisogno di una posa di almeno 24 ore, e senza venire più bagnato, per potersi dire perfettamente asciutto.

Impermeabilizzazione del tetto senza togliere le tegole

Gli interventi sui tetti sono generalmente parecchio onerosi sia in termini di tempo e sia in termini economici. Lo stato di partenza del tetto è sicuramente la variabile predominante, per stimare tempi e costi dei lavori. 

Un tetto composto di tegole può, ad esempio, venire manutenzionato interamente o in parte, senza la necessità di dover smantellare l’intero tetto.

Questo intervento consente di preservare il più possibile la struttura, essendo piuttosto rapido e poco invasivo, pur tuttavia non è consigliato come “fai da te” ed è sempre meglio che ad eseguire questi lavori sia un’azienda edile specializzata nelle impermeabilizzazioni di tetti.

Può venire eseguito una sorta di cappotto interno come rivestimento isolante inserito sotto tegole e coppi attraverso colle o chiodature, e senza la necessità di smantellare la copertura. 

In questa maniera si potrà certamente migliorare le prestazioni energetiche per contenere il problema dei consumi soprattutto con l’arrivo dei primi freddi e qualora si possano effettuare anche interventi come la sostituzione degli infissi e l’isolamento delle pareti perimetrali, beneficiando anche degli ecobonus previsti. 

Quali materiali isolanti scegliere?

Tra i materiali principali si utilizzano il sughero, il poliuretano, il polistirolo, il vetro granulare o altri composti isolanti.

La scelta di materiali isolanti in grado di rispettare i requisiti normativi, inoltre, consente l’ottenimento degli incentivi fiscali.

Il tipo di intervento di isolamento, chiaramente, varia a seconda del tipo di struttura e sottotetto, se appartenente ad una soffitta o ad una abitazione.

Guaine bituminose per impermeabilizzare il tetto

Tra i migliori materiali utilizzati per impermeabilizzare il tetto le guaine bituminose rappresentano valida soluzione.

L’utilizzo della guaina viene fatto direttamente sulla copertura definitiva e superiore del tetto, quindi come membrana di spessore variabile che aderisce mediante termofusione sigillando le tegole, oppure come strato protettivo intermedio, al di sotto della copertura, così da potervi collocare sopra coppi, tegole o pannelli.

Un’azienda edile, esperta in impermeabilizzazione dei tetti, saprà posare perfettamente le guaine bituminose, così da lasciare interstizi o zone attaccabili da acqua o muffe.

Questo intervento proteggerà il tetto, evitando infiltrazioni all’interno dell’abitazione o dell’edificio, oltre a garantire quindi elevato isolamento termico ed acustico.

Vantaggi dell’isolamento di un tetto senza togliere le tegole

Sicuramente quando si possono eseguire lavori di questa natura, poco impattanti, perché non comportano rimozione o demolizione della copertura di un tetto, il risparmio di tempo e denaro non è indifferente.

Per altro l’isolamento ottenuto, grazie al mantenimento di una temperatura interna costante, e senza dispersione termica, è in grado di donare un elevato comfort abitativo.

A questi evidenti vantaggi si unisce poi anche la possibilità di ridurre i costi energetici per riscaldamento o raffreddamento nei mesi più freddi e in quelli più caldi, con un misurabile risparmio in bolletta.

Isolare e rinforzare il tetto senza togliere le tegole

Quando un tetto presenta delle travi nella sua struttura, un intervento molto valido di isolamento, e poco invasivo, è la posa del materiale isolante tra le travi stesse.

Il lavoro poi può venire completato da un pannello in cartongesso intonacato o in feltro di lana di roccia, o fibra di legno.

Sono generalmente pannelli morbidi che si incastrano perfettamente tra le travi, senza lasciare spazio agli spifferi tra le travi. 

La schiuma poliuretanica come isolante termico ed acustico

Anche la schiuma poliuretanica è utilizzata con una certa frequenza, perché è un materiale in grado di aderire perfettamente e solidificarsi nel giro di poco tempo. La schiuma, inoltre, è un ottimo isolante acustico, oltre che termico e garantisce durata nel tempo, performance e resistenza all’azione corrosiva delle condizioni meteorologiche avverse. 

Rinforzare un tetto per migliorare la struttura

Rinforzare il tetto è un altro intervento poco invasivo, in grado di rendere più robusta una copertura attraverso l’inserimento di travi nell‘intradosso delle falde, affinché possano rendere più robusta l’intera struttura.

Le travi aggiuntive potranno poi, in un secondo momento, sostituire interamente le pregresse. In alternativa si può anche optare per fasciature delle vecchie travi, tramite nastri in fibra di carbonio.

Anche in questi casi non sono necessari interventi radicali di smantellamento di coppi e tegole, che invece possono continuare a mantenere integre nell’assetto della copertura.

Impermeabilizzare un tetto con tegole conviene sempre

Decidere di proteggere e impermeabilizzare le tegole di un tetto è una scelta assolutamente consigliata, sia per consentire un miglior comfort abitativo agli inquilini della casa, ma sia anche per proteggere un tetto nuovo, o allungare la sua vita il più possibile, evitando di imbattersi in spese future più onerose in caso di rifacimento dell’intero tetto con le tegole.

Un buon lavoro di impermeabilizzazione, inoltre deve pensare non solo alla superficie delle tegole stesse, ma anche alla parte sottostante. Solo così sarà possibile creare uno strato a prova di infiltrazioni

Affinché un lavoro di impermeabilizzazione di tetto in tegole possa venire eseguito nella maniera migliore, è fondamentale affidarsi ad una azienda edile competente in materia.

Avrai un lavoro fatto bene, migliorerai il tuo comfort abitativo, il tuo tetto durerà per molti anni e risparmierai anche in bolletta luce e gas. Una casa, il cui tetto è ben impermeabilizzato e coibentato, infatti beneficerà di una migliore gestione termica e una riduzione di sprechi energetici.

Se sei residente a Catania, contattaci per effettuare un sopralluogo gratuito, o anche solo per ricevere informazioni e richiedere un preventivo. Saremo felici di poter essere utili alle tue necessità.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

Approfondisci leggendo anche: